La vulnerabilità simica nel centro storico di Crotone

Accessibilità centro storicoIl centro storico di Crotone, nonostante gli attuali interventi, mantiene in se una serie di criticità, non ultima quella della vulnerabilità sismica, sia dal punto di vista strutturale che, funzionale per quanto riguarda l’accessibilità ai luoghi.  Il centro storico di Crotone, nei secoli, a causa dei ricorrenti eventi sismici, ha subito una serie di danni strutturali, e nonostante i possibili interventi, ancor oggi, mantiene un’assetto organizzativo urbano insufficiente per poter affrontare l’emergenza.  Oltre la cinta perimetrale fra via Risorgimento e Vico Fosso, gli unici assi importanti rimangono via media Pescheria, Via Suriano e Via F.A.Lucifero, che da soli sono tutt’altro che l’ideale impianto di accesso in caso di rischio o pericolo. Esempi recenti, in Italia, dove, l’impossibilità di poter accedere adeguatamente con i mezzi di soccorso, che ci ha permesso di capire quale situazione si potrebbe presentare in caso di evento rischioso. Quando si parla di rischio, parliamo quasi sempre di terremoto, ma anche altri rischi più probabili, incendio, pericolosità, evento terroristico o altro, potrebbero interessare la quotidianità, quella che molti considerano con estrema indifferenza e superficialità, ma che potrebbero aiutare meglio a capire la necessità di intervenire, rispetto ai diversi livelli di gravità. In particolare, per gli eventi sismici, per il centro storico di Crotone, esiste un’ampia letteratura ricca di documenti, tale da permetterci di avere un quadro sufficientemente chiaro, sull’evoluzione storica rispetto al ripetersi degli eventi sismici nel corso dei secoli. In un recente studio attraverso l’indagine, sulla vulnerabilità sismica nel tessuto urbanistico di Crotone, si è verificata la consistenza delle criticità dal punto di vista strutturale del patrimonio edilizio esistente, dove il centro storico emergesicurezza negli edifici immag pag 6 come il luogo più vulnerabile in assoluto nella città. Diverse posso essere le concause che continuano a determinare le criticità, un pò per il degrado, dato dall’incuria e dall’abbandono, ma anche una serie di interventi inadeguati, realizzati spesso in maniera sporadica ed irrispettosa, come ristrutturazioni non strutturali, e strutturali, che interessano  solo parzialmente il manufatto, con conseguenze preoccupanti per l’intera struttura e per le strutture circostanti. Non tutti sanno che le strutture invecchiano e con il tempo degradano e si deformano, se però vengono fatti regolari interventi di manutenzione anche le strutture si conservano meglio.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...