Corso di formazione per nuovi volontari di protezione civile sulle tematiche della Tutela e Salvaguardia del Patrimonio Culturale

gruppo-corso-viboSi è svolto a Vibo Valentia un corso di formazione sulla tutela e la salvaguardia dei beni culturali per volontari di Protezione Civile.

Dopo i tanti disastri ambientali e Calamità naturali, oltre la necessità di avere sempre più operatori preparati nel salvare vita umane, è aumentata anche l’esigenza di avere altrettanti esperti in recupero di opere d’arte e beni che costituiscono il grande patrimonio Culturale. In una città ricca di storia come Vibo e in un territorio fragile come la Calabria, avere una squadra di volontari specializzati in simili salvataggi non può che essere segno di un grande passo avanti.

L’associazione Prociv. Augustus di Vibo Valentia, guidata da Nicola Nocera, ha dimostrato più di un volta la sua attitudine, oltre che preparazione, nella messa in Sicurezza dei beni Culturali in caso di Calamità naturali o ogni qualvolta si sia presentata l’esigenza di salvarli dal degrado.

La specifica preparazione di questo gruppo di volontari, tra l’altro tra i più consistenti di tutto il meridione, è stata sperimentata in diverse occasioni, come ad Amatrica e Norcia colpite dal terribile terremoto di alcuni mesi fa, ma anche in altre iniziative dove hanno dato prova di particolare sensibilità alla tutela di beni culturali, come la pulitura della fontana  Sorimbia, alcuni anni fa, e dell’area archeologica del Battistero  tardo antico di Piazza San Leoluca, sabato scorso.

A breve al gruppo di volontari della Prociv Augustus, affiliata all’associazione Proteggere Insieme della città di Alba, si aggiungeranno altri nuovi esperti volontari che avranno modo diformarsi e quindi prepararsi seguendo il corso nazionale di 1° e 2°livello per Volontari di Tutela e Salvaguardia dei Beni Culturali.

Il Corso si è tenuto a Vibo nei giorni 23, 24 e 25 febbraio, e per l’occasione ha visto tra gli ospiti il presidente nazionale di Proteggere insieme, Roberto Cerrato.

Il programma del Corso, attraverso la supervisione e autorizzazione dell’ufficio di presidenza nazionale “Proteggere Insieme”, si è arricchito di contenuti ed esperienze legate ovviamente al territorio, infatti l’apertura del primo giorno di lezione è stato caratterizzato da un percorso storico-archeologico che ha portato i partecipanti, sotto la guida dell’archeologa Mariangela Preta, a scoprire le antichità di Vibo.

Nel pomeriggio sempre la dottoressa Preta ha illustrato  le opere potrebbero in pericolo in caso di Calamità.

Il secondo giorno del Corso ha scelto come sede, l’Auditorium Spirito Santo, lezioni frontali e momenti interattivi e di partecipazione sinergica.

Sabato i partecipanti, circa una 30, hanno avuto modo di mettere in pratica quanto appreso in una simulazione di Salvataggio di opere, presso la chiesa di Sant’Antonio, in funzione ai protocolli previsti.

proteggere-insieme-logoPROTEGGERE INSIEME, è la prima organizzazione iscritta nell’Elenco Centrale ufficiale del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, come unica associazione riconosciuta a livello nazionale per la tutela e salvaguardia dei Beni Culturali, con il volontariato specializzato.

Si aprono importanti orizzonti di sviluppo che guardano la possibile nuova apertura sul territorio nazionale di sezioni della Associazione e soprattutto, la realizzazione di una vera e propria SCUOLA DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE PER I BENI CULTURALI.

L’Organizzazione della struttura operativa prevede l’istituzione della Direzione Nazionale con sede ad Alba, i comitati regionali ed interregionali, con il sostegno diretto del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, che ha voluto fortemente riconoscere a PROTEGGERE INSIEME ONLUS questa specializzazione che mancava all’interno della Consulta Nazionale di Protezione Civile dove si trovano iscritte soltanto 39 realtà nazionali di vario tipo. Per citarne alcune: l’ANA ( Associazione Nazionale Alpini) , la Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia, L’ANC ( Associazione Nazionale Carabinieri), la Croce Rossa Italiana…, l’ANPAS ( Associazione Nazionale Pubbliche assistenze).

E’ pertanto forte motivo di orgoglio, nel ventennale (1995/2015) festeggiare questo importantissimo risultato che non e’ altro che il punto di partenza per un lavoro organico a servizio del Paese , sperando di intervenire il meno possibile in emergenza, lavorando ogni giorno alla formazione ed al coinvolgimento di nuove realtà, con l’esperienza rivolta alla tutela del patrimonio culturale, nel nostro Paese, primo al mondo per Siti UNESCO, e straordinarie bellezze da tutelare.

Il settore della Tutela e salvaguardia dei beni Culturali rappresenta un tassello delicato, importante sia dal punto di vista del valore che della conoscenza delle tematiche dove si è chiamati a operare.

Il percorso formativo organizzato da Proteggere insieme O.N.L.U.S. rappresenta un’evoluzione  del volontariato organizzato di protezione civile, in grado di formare adeguatamente gli operatori  come valido ed utile supporto nelle emergenze legate alla messa in sicurezza del patrimonio artistico e culturale italiano, che rappresenta per il nostro Paese un punto di forza a livello mondiale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...