Servizio area archeologica di Capocolonna

Il 1° giugno, per l’Augustus Kroton, rappresenta un’altro passo importante nel settore della Tutela e la salvaguardia dei beni culturali, infatti, prosegue la collaborazione col museo archeologico di Capocolonna, dove grazie alla disponibilità del Direttore del Museo Dott. Antonio Aversa, l’Augustus kroton, ha svolto attività di servizio di controllo dell’area archeologica di Capocolonna. Dopo una breve visita al museo attraverso, per verificare i percorsi attraverso gli stand espositivi, e la simpatica conoscenza con gli operatori presenti che, da subito, si sono resi disponibili a dare indicazioni sulla struttura del museo. Anche questa rientra nelle attività organizzate dall’AUGUSTUS KROTON (Protezione civile), dopo le visite al museo svolte con le scuole, al museo archeologico di Crotone. All’attività hanno partecipato, gli Archh. Luigi Manfredi e Davide Ceraudo, l’Avv. Gianluca Malena ed il Geom. Oscar Milano (Vicepresidente), tutti volontari che fanno parte della squadra specializzata nella “tutela e della salvaguardia dei beni culturali”.  Durante l’attività di controllo, l’area era particolarmente gremita per l’attesa del quadricello della Madonna di Capocolonna, dove però i volontari, pur non essendo stati coinvolti in alcun tipo di attività, hanno voluto partecipare all’accoglienza della stessa. Vista la presenza di curiosi e turisti, i volontari hanno effettuato un giro nell’area archeologica,  hanno prestato assistenza dando informazioni  e indicazioni utili per la visita agli scavi, che rimangono aperti dall’alba al tramonto fino alle 19,00. Grazie a queste collaborazioni, col museo archeologico di Crotone, presto l’Augustus, siglerà un protocollo d’intesa, per offrire la propria collaborazione in attività di supporto alla promozione culturale, per la conoscenza delle aree e dei musei di Crotone e Capocolonna, e via via, di eventi concordati rispetto alle specifiche esigenze. Va ricordato che in questi particolari contesti, l’AUGUSTUS KROTON, collabora con i comuni e con enti ed istituzioni locali, per il coordinamento e l’organizzazione di attività di supporto di protezione e prevenzione dei rischi nei centri storici, nei nuclei urbani, organizza attività di simulazione sui comportamenti in caso di  rischio, e di supporto ai servizi per il controllo del territorio. Quello della tutela e della salvaguardia dei beni culturali, per la protezione civile, ed in particolare per l’AUGUSTUS KROTON, rimane un settore creato per intervenire in attività di supporto per il recupero dei beni culturali, che in occasione di eventi distruttivi come i terremoti, le alluvioni ed i dissesti idrogeologici, e laddove purtroppo si registrano spesso ingenti danni al patrimonio culturale, artistico, architettonico, situazioni i cui molti  oggetti, arredi, opere d’arte, libri antichi, sono andati persi e mai più recuperati, cancellando per sempre documenti importanti e testimonianze del passato. Và, inoltre, ricordato che l’AUGUSTUS KROTON, sta avviando una serie di attività, con varie realtà locali, per promuovere, formare, divulgare e sensibilizzare verso la conoscenza e la salvaguardia del patrimonio culturale presente nel territorio di Crotone e provincia. Qualche anticipazione, l’Augustus parteciperà ai percorsi della Magna Grecia che si terranno nei prossimi giorni, con la partecipazione di diverse associazioni sensibili verso i problemi di tutela e della salvaguardia.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...